Social Osa  – Lady Leaf Lions Del Chiese    85 – 80

Parziali  15-20, 40-38, 56-52, 74-74, D1ts

Social Osa:  Michelori 19, De Marzi 5, Campeggi 8, Longoni 3, De Bernardini 11, Del Vescovo 2, Angiolini 9, Lucchini 9, Della Flora 1, Sebastiani 4, Bombonati, Finzi 14.

All. Avantaggiato

Vice Maifredi

Lady Leaf Lions Del Chiese:  Paderno 8, Gori, Pezzali 4, Sartora 11, Castoldi 3, De Guzman 9, Rakic 2, Pilati 6, Caiola M. 6, Mason 29, Ambrosi, Cerini 2.

All. Piccinelli

Vice Zanini e Fichera

Finisce l’avventura dei Lions del Chiese al PalaIseo di Milano dopo una partita rocambolesca che ha avuto un epilogo amaro per i colori Asolani, ma che ha appassionato il folto pubblico presente.

Lions che escono a testa alta, dopo aver disputato una stagione ampiamente al di sopra delle aspettative e che sono arrivati all’epilogo stagionale con i giocatori cardine con troppi acciacchi fisici e al di sotto della forma ottimale.

Va dato credito alla formazione Milanese del Social Osa di aver sempre lottato duramente (talvolta oltre il limite accettabile) e di aver meritato complessivamente il passaggio del turno.

Anche Gara2 ha avuto un epilogo romanzesco con Social Osa che trova un Buzzer Beater rocambolesco per impattare la partita al termine del quarto quarto su due rimbalzi offensivi catturati sotto il canestro Asolano, sul secondo rimbalzo, il tiro di De Bernardini totalmente fuori equilibrio, trova gli Dei del basket benevoli e che fanno accogliere il pallone nel ns. canestro per il 74 pari.

In precedenza Lions che lasciano sul campo 3 liberi sbagliati negli ultimi 120 secondi di partita e almeno un paio di rimbalzi difensivi che se catturati avrebbero potuto indirizzare diversamente la partita, ma l’esperienza non si compra al mercato e sia Angiolini, che Michelori, hanno trovato sempre il modo di punire le ns. disattenzioni.

Supplementare dove Social Osa, scampato il pericolo ingrana le marce alte e soprattutto grazie a Michelori scappa senza farsi più riprendere.

Peccato uscire in questo modo dalla post-season, ma deve restare nella memoria di tutti una stagione speciale, giocata in modo favoloso per lunghi tratti.

Bravi davvero a tutti e aspettiamo le pagelle di fine anno di Coach Lanzanini !!!

Lascia una risposta