Olimpia Lumezzane: 86

Beccaguti, Guindani n.e., Marelli 15, Gotti 9, Pesenti 11, Ravelli n.e, Bona 16, Milovanovic 16, Ubiali 8, Piantoni 5, Perazzi 6.

All.re Cullurà

Pba Lions del Chiese: 74

Castoldi, Sartora 23, Gori 7, Rakic 6, Delucchi n.e., Cerini, Mason 14, Pilati 5, Caiola n.e., Ambrosi 6, De Guzman 7, Timelli 6.

All.re Piccinelli

Vice Zanini/Fichera

Parziali: 25-14; 23-24;12-19; 26-17

Prima contro seconda e dopo 40 minuti intensi la spunta una solidissima Lumezzane.

Non che Asola non ci abbia provato, ma la non perfetta condizione di alcuni giocatori e alcune scelte offensive sbagliate, hanno lasciato ampi varchi ai contropiedi e transizioni dei Valtriumplini che non si sono fatti pregare e nell’ultimo quarto hanno scavato il break decisivo.

Partenza in quintetto per De Guzman (non al meglio), Castoldi, Rakic, Pilati e Sartora, e dai blocchi di partenza esce decisamente meglio Lumezzane, con una Asola difensivamente distratta e che subisce la fisicità di Milovanovic e Marelli, 25-14 alla prima pausa.

Secondo quarto con Capitan Gori che  alza le barricate in difesa e grazie ai rimbalzi offensivi di Sartora, alla precisione di Mason e  alla sfrontatezza di Timelli, riusciamo a vincere il parziale 24 a 23 andando alla pausa lunga sul 48-38 Lumezzane.

Terzo quarto dove le difese miste di Coach Piccinelli mandano in confusione i bresciani e recuperiamo punto su punto possesso su possesso, riuscendo ad arrivare al meno tre di chiusura di parziale 60-57 per Lumezzane, con Asola però che vede i suoi uomini più in giornata gravati di falli.

Ultimo quarto che vede i bresciani piazzare dopo i primi due minuti di equilibrio, un parziale di 15 a 1 che ributta i Lions a distanza, tentiamo con gli ultimi sforzi di rientrare ma si arriva fino a -9 prima che Ubiali e Bona chiudano i discorsi.

Peccato non aver giocato 40 minuti concentrati e al massimo dell’impegno, perchè contro una squadra solida come l’Olimpia, questo sarebbe servito per restare a contatto e farla cadere per la prima volta in campionato.
Ora una settimana di lavoro intenso con obiettivo Manerbio e restare al secondo posto di questo girone A della C Silver regionale.

 

Lascia una risposta