Bluorobica Bergamo :  Belotti 6, Bacis 2, Bernardi 2, Viero 4, Corini 24, Agazzi 11, Isotta 6, Vitali ne, Gherardi 2, Chiappa, Siciliano 4, Tourè 12.

All. Pasqua

Pba Lions del Chiese Asola: Castoldi 3, Pezzali 16, Sartora 18, Accini 22, Negrisoli ne, Cerini, Mason 19, Pilati 2, Caiola, Millo, Gori 2, Timelli 2.

All.re Piccinelli

Vice Fichera

Parziali 14-24, 30-44, 54-55

Quinta vittoria di fila per i Lions del Chiese che completano un back to back di vittorie in trasferta con quella colta ieri sera sul campo della Bluorobica Bergamo, squadra formata da ragazzi del 2001-2002-2003 di tesseramento Basket Bergamo e Bluorobica Treviglio.

Bravi i ragazzi Under di Coach Pasqua a rendere ardua la vita ai Lions, che partono questa volta bene e prendono velocemente la doppia cifra di vantaggio grazie ai 9 punti di Accini nel primo quarto e i 7 di un ritrovato Bruce Sartora.

Gap che si amplia nel secondo quarto con l’attacco Lions che ben oliato dagli allenamenti settimanali produce un altro parziale da 20 punti e si và al riposo su un comodo vantaggio di 14 punti.

Intervallo che probabilmente genera la convinzione nei Lions che la partita sia già vinta, mentre i ragazzi bergamaschi alzando l’intensità difensiva provano a colmare il Gap e azione dopo azione, dapprima scendono dalla doppia cifra di vantaggio e in prossimità della terza sirena sui contropiedi, sulle triple e sui tanti viaggi in lunetta, agganciano definitivamente i Lions sul 54 a 55.

Ultimo quarto da cardiopalma per i tanti tifosi asolani sulle tribune, con Asola che riprende a segnare con continuità, ma che non riesce più a fare degli stop difensivi efficaci per riprendere un margine di sicurezza.

Si và avanti punto a punto sino agli ultimi 240 secondi, dove due palle recuperate da Pilati e Pezzali, producono un gap di 7 punti di vantaggio, che verrà poi ampliato fino al +11 finale, margine un po’ bugiardo sull’andamento globale della partita.

Fondamentali nell’ultimo quarto le scorribande offensive di Mason, autore di 11 punti nel parziale e di alcuni canestri fondamentali per rintuzzare le ultime velleità offensive dei ragazzi Bergamaschi.

Lezione da imparare da una partita come questa è che le partite durano 40′ e che non bisogna dare per vinta una partita dopo due quarti ben giocati.

Ora una settimana di allenamenti intensi cercando di recuperare gli acciaccati della battaglia di Bergamo, anche perchè prossimo avversario sarà un ritonificato Bottanuco, vittorioso di 20 in questo turno su Quistello.

 

Lascia una risposta