New Basket Prevalle: 76

Pba Basket Lions del Chiese: 80

Corona 12, Sartora 19, Caiola T. n.e., Andreoli, Pilati n.e., Mason 11, Lui, Savazzi 16, Caiola M. 2, Cerini, Mori 20, Borrini n.e..

T.l.16/19

Punteggio Progressivo; 20-25; 29-43; 58-56; 69-69

“LIONS: coraggio e cuore”  

Quindicesima ed ultima di andata contro la formazione capo classifica che sino ad oggi aveva lasciato sul campo solo 4 punti. New Basket Prevalle si conferma pertanto formazione assolutamente arcigna dotata di tecnica e fisicità in ogni comparto ivi compresa la possibilità di avere una panchina davvero “lunga” (unica assenza il ragazzo di Ghedi, Pezzali), insomma roster da categoria superiore.  

Contro un avversario di questo tipo serviva da parte nostra la partita “perfetta”, bisognava entrare in campo con la giusta concentrazione, ma soprattutto con la capacità di mantenerla per tutto l’incontro; non solo: bisognava anche avere la forza di non abbandonarsi alle iniziative dei singoli per concentrarsi invece sul gioco di squadra.

Il compito insomma non si presentava semplice, considerando anche le defezioni forzate di Capitan Gori di Pilati e del lungodegente Paderno, ma avevamo il compito preciso di provarci per dare un forte segnale di ripresa dopo la brutta battuta d’arresto pre-natalizia contro Gorle. 

I nostri ragazzi chiamati alla prova del nove non si sono fatti attendere e hanno ancora una volta dimostrato che la squadra non solo è competitiva, ma ha anche un grande cuore. Tutti insieme volevamo vincere e insieme lo abbiamo fatto senza timori reverenziali sin dal primo minuto andando a conquistare una partita importantissima che doveva servire per rimettere in pista la nostra squadra sui giusti binari. 

Partenza sicura dei nostri ragazzi che trovano la via del canestro con Diego Savazzi che infila regolarmente la retina avversaria (suoi i primi 9 punti del quarto), ma con l’impossibilità di avere in campo Cristian Corona che dopo 52 secondi era già gravato di 2 falli, comminati dai signori in grigio (elemento determinante per tutto l’intero incontro).

Entra in campo “Marcone” Caiola che ci mette l’anima e corpo e insieme ad un’ottima prestazione di Nick Andreoli dimostrano che la scelta dei nostri giovani non è mai una “seconda” scelta. Il quarto scorre punto a punto con il graffio finale di Pippo Mori che ferma il tempo sul punteggio di 25-20 Lions. 

Un vantaggio che nel secondo quarto diventerà ancor più rotondo grazie alla difesa a zona impostata da coach Piccinelli, che su questo campo piccolo (la FIP dovrebbe spiegare come è possibile che nel 2018 si possa omologare e giocare ancora su campi del genere non a misura 28×15) dà i suoi frutti. Prevalle non trova più la via del canestro mentre i nostri ragazzi prendono il largo con Mason da fuori, “Bruce” Sartora e Corona  sotto le plancie, scavando un gap che alla fine del quarto peserà 14 punti.  

Si rientra in campo e la musica cambia, Prevalle stringe le maglie della difesa sfruttando la propria fisicità sui contatti spesso al limite, ma mai sanzionati; noi siamo in stallo e andiamo sotto perdendo tutto il vantaggio accumulato: finale di quarto 56-58 con la squadra di Scaroni che mette la testa avanti. 

L’ultimo quarto è vera battaglia in campo, battaglia che Pippo Mori interpreta con 11 punti consecutivi, ma Prevalle non molla l’osso! L’ex Lanfredi impatta sul 69 pari alla fine del quarto mandando il match all’over time. 

E qui è tutto cuore Lions!  

Ci vogliono 2 minuti di gioco per trovare la via del canestro grazie ad un fallo su tiro da oltre l’arco dei 6,75 di Diego Savazzi che viene trasformato in un +3 dalla lunetta. Segue a ruota l’errore dalla lunetta di Bergomi e il piazzato pesantissimo di “Perry” Mason. Ma inizia lo show dei tiri liberi che alla fine assegnano la vittoria finale ai nostri ragazzi per mano di Savazzi, Mori e Mason.  

Ben fatto LIONS! 

Lascia una risposta

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.